Vincenzo Tiboni augura a tutti i visitatori

un buon Natale ed un felice 2009

 

 


 

 

 

 

 

Incisione originale di VINCENZO TIBONI

 

CONTROCANTO DI NATALE

 

Tra segni infausti, un tappeto
di foglie morte, il panorama immobile
della città di mattoni antichi, distesa
ingenuamente inerte, e infelice e contesa

malgrado la falsa
seduzione capitalistica, imbandita e condominiale
nella luce sacramentale

di fine dicembre...
un intimo Natale di ricordi
familiari, desideri rimescolati, speranze
rifuse, propositi ansiosi

e canto di bambine
infiocchettate di rosso all'asilo, la musica
pastorale dall'organo magico invisibile
nella chiesa...

la gente indifesa inerme
di fronte alle ricche potenze infernali guerriere
prega senza più voce,

e ascolta i vagiti Suoi di bambino, ma senza
seguire ciò che ha detto con tanto
zelo e insistenza da grande

nel suo Vangelo
e ciò che ancora e sempre a noi vicino
sommessamente dice...

Sogni d'amore, sogni
di fine dicembre

nella luce incantevole del sole.

 

 Poesia inedita di NEURO BONIFAZI

 

HOMEPAGE